Il progetto

L’esperienza maturata in diversi incontri scientifici realizzati all’interno della comunità dei geografi italiani negli ultimi anni ha dimostrato come e quanto la ricerca e la didattica della Geografia negli atenei nazionali siano sempre più legate alla presenza di strutture laboratoriali che supportano queste attività, ad ogni livello (lauree triennali e magistrali, dottorati, master, progetti di ricerca nazionali ed internazionali, ecc.). A fronte di un tale dato di fatto, il CISGE e l’AGeI hanno sottolineato l’esigenza di un quadro nazionale di riferimento sul numero e sulle funzioni svolte dalle realtà geografiche e cartografiche esistenti nelle diverse università e non solo.

Le Giornate della geografia, i Seminari Dalla mappa al GIS e i numerosi congressi e incontri organizzati dalle varie sedi universitarie hanno rappresentato un’occasione anche per raccogliere suggerimenti e indicazioni e per confrontarsi con l’ambito internazionale. È emersa la funzione di “dispositivi formativi” dei Laboratori, capaci di coniugare le attività didattiche con quelle di tirocini, di integrare i saperi, di promuovere competenze metodologiche per il sostegno e la promozione del Cultural Heritage, di produrre ricerche di Geografia applicata e per azioni legate alla Terza missione.

Alla luce del rinnovamento concettuale nell’interpretazione cartografica, del recupero dello spazio topologico, della logica paesistica e degli obiettivi politici e sociali della cartografia, la costituenda rete vuole avere lo scopo di rappresentare l’insieme della realtà laboratoriali italiane, da quelle più rivolte alla geomatica a quelle che si rifanno alle teorie provenienti dalla cartografia critica, dalle strutture specializzate in storia della cartografia e nell’utilizzo delle fonti geo-storiche a quelle indirizzate all’elaborazione di piani di sviluppo locale, alla pianificazione partecipativa, alla geografia sociale, ecc.

Per raggiungere e coinvolgere le diverse esperienze e strutture laboratoriali, le due associazioni hanno così voluto condividere l’idea di realizzare un censimento delle molteplici realtà diffuse sul territorio nazionale per arrivare poi alla costituzione di un network fra le stesse. È stato formato un gruppo di proposta con delegati dell’AGeI e del CISGE al fine di raggiungere tre obiettivi di interesse per tutta la comunità:

  • avviare un esaustivo censimento dei laboratori geo-cartografici italiani;
  • costituire la rete LabGeoNet;
  • riflettere sulle innovazioni e disseminare le buone pratiche.

 

Promotori